mercoledì , 21 Ottobre 2020

La casa dell'acqua: un segno di responsabilità e rispetto

La casa dell’acqua rappresenta qualcosa di molto importante per una Città. Decine di Comuni, in Puglia, sono giunti alla realizzazione di una casa dell’acqua che eroga acqua (pubblica) sia naturale che frizzante ad un costo che oscilla tra i 5 e i 10 centesimi il litro.

La casa dell’acqua rappresenta qualcosa di molto importante per una Città. Decine di Comuni, in Puglia, sono giunti alla realizzazione di una casa dell’acqua che eroga acqua (pubblica) sia naturale che frizzante ad un costo che oscilla tra i 5 e i 10 centesimi il litro.

Ormai sono migliaia le famiglie che ogni giorno si recano alle case dell’acqua per compiere un gesto semplice e nel contempo importante ed in questo modo diventando “attori responsabili” rispetto al bene comune che è l’ambiente. Utilizzare le case dell’acqua significa limitare la produzione e il trasporto su camion di milioni di bottiglie di plastica, riducendo così le immissioni nocive di CO2 in atmosfera.

Il progetto della casa dell’acqua costituisce un percorso educativo sotto il profilo ecologico, economico e sociale, in quanto il riutilizzo delle bottiglie dell’acqua permette di contenere, come detto, alla fonte, la produzione di imballaggi e la conseguente riduzione della produzione del rifiuto di plastica. Inoltre realizza una diminuzione della spesa delle famiglie, derivante dall’acquisto di acque imbottigliate. Infine, permette di riavvicinare la cittadinanza all’acquedotto quale bene pubblico, anche alla luce del fatto che il consumo dell’acqua potabile viene garantito dai continui controlli effettuati dalle aziende sanitarie locali in relazione agli standard di qualità e sicurezza.

Come già successo a Monteroni, Morciano di Leuca, Tuglie, Specchia, Andrano, Maglie, Poggiardo e non ultimo Melpignano (sede della Comunità Cooperativa Melpignano che si occupa, per l’appunto, dell’istallazione delle case dell’acqua), spero che anche il nostro Comune faccia la sua parte in questo senso. Un gesto di responsabilità e rispetto nei confronti sia dell’ambiente che dei cittadini, unendo la salvaguardia ambientale dal punto di vista del consumo di plastica ed il netto risparmio per tanti cittadini che vorranno acquistare (ad un modico

prezzo) acqua pubblica e di “casa nostra”.

 

Lorenzo Siciliano

About redazione

Guarda anche

TASSA SPAZZATURA, NUOVA BATOSTA TARGATA MELLONE

Il sindaco conferma l’aumento della Tari introdotto un anno fa (14,5%). Nessun “occhio di riguardo” …