giovedì , 29 Ottobre 2020

Nasce l'associazione politico-culturale RiprendiAMOci Nardò

In un periodo di grave crisi della politica nazionale e locale, in un momento storico in cui le ideologie sono morte e sepolte, davanti ad amministratori dalle teste canute e dalle menti assopite, un gruppo di cittadini liberi decide di tornare a fare Politica per riappropriarsi della propria Città, dei suoi spazi, della vita propria e dei propri figli!

Con questo spirito e con la voglia di incarnare un radicale cambiamento culturale, morale, sociale e politico nasce l’associazione RiprendiAMOci Nardò”.

 

In un periodo di grave crisi della politica nazionale e locale, in un momento storico in cui le ideologie sono morte e sepolte, davanti ad amministratori dalle teste canute e dalle menti assopite, un gruppo di cittadini liberi decide di tornare a fare Politica per riappropriarsi della propria Città, dei suoi spazi, della vita propria e dei propri figli!

 

Con questo spirito e con la voglia di incarnare un radicale cambiamento culturale, morale, sociale e politico nasce l’associazione RiprendiAMOci Nardò”.

 

A guidare l’associazione sarà Andrea Giuranna, giovane 25enne, praticante avvocato, da sempre appassionato di politica e innamorato della sua Città. A fargli da vice è stata scelta Maura Russo, anche lei giovanissima, 27 anni, di Santa Maria al Bagno, come tiene a precisare con orgoglio.

Fanno parte del direttivo: Ilenia Marsella, Augusto Greco, Andrea Barone, Mariangela Filieri, Massimiliano Benassai, Marco Raho, Tony De Paola, Walter Greco, Antonio Ruggeri, Dario Minerva, Giuseppe Verardi, Antonietta Martignano, Lucio Minerba, Emanuela Colazzo, Matteo Casaluce, Vanni Simone, Fabrizio My, Francesco De Simone, Caterina Perrone, Aladino Aloisi e Stefania Raganato.

“Ci proponiamo di incidere nella vita sociale ed amministrativa della nostra Città portando una salutare ventata di cambiamento con tanti volti e teste giovani.  Riteniamo il panorama politico desolante ed incapace di rappresentare chi come noi vuol cercare di costruire un Futuro per la propria gente tenendo a debita distanza i meccanismi clientelari della vecchia politica e le sue folli degenerazioni. Sentiamo di avere tanto da dare alla nostra Città e lo daremo! Vogliamo disegnare una nuova Città e per farlo abbiamo scelto persone scevre da interessi personalistici e leader nei campi dell’associazionismo, della cultura, delle professioni. Possiamo e vogliamo dare un contributo alla Rivoluzione della primavera prossima quando i cittadini si riprenderanno le Istituzioni! Saremo una voce costante che rappresenterà la gente qualunque, la gente perbene!”

 

About redazione

Guarda anche

TASSA SPAZZATURA, NUOVA BATOSTA TARGATA MELLONE

Il sindaco conferma l’aumento della Tari introdotto un anno fa (14,5%). Nessun “occhio di riguardo” …