mercoledì , 28 Ottobre 2020

Caso Marò: striscione a Nardò di CasaPound Italia per i leoni del San Marco

Il movimento al fianco di Latorre e Girone  anche nel giorno di Pasqua

Nardò 5 marzo – “Marò liberi”, questo il testo dello striscione affisso a Nardò da CasaPound Italia per esprimere la propria vicinanza ai due fucilieri di marina ingiustamente detenuti dal governo indiano da oltre tre anni.

 

Il movimento al fianco di Latorre e Girone  anche nel giorno di Pasqua

 

Nardò 5 marzo – “Marò liberi”, questo il testo dello striscione affisso a Nardò da CasaPound Italia per esprimere la propria vicinanza ai due fucilieri di marina ingiustamente detenuti dal governo indiano da oltre tre anni.

 

“L’innocenza di Latorre e Girone è comprovata da numerose perizie tecniche che smontano le ipotesi accusatorie nei loro confronti e dimostrano la parzialità delle indagini indiane e la costruzione strumentale delle prove a loro carico – dichiara Pierpaolo Giuri, referente locale per CasaPound Italia – eppure i nostri Marò continuano ad essere prigionieri in India con il beneplacito del nostro governo. I nostri fucilieri sono vittime non solo della malagiustizia indiana – continua il referente di Cpi – ma anche della svendita della sovranità nazionale messa in atto dal governo Renzi e da quelli che lo hanno preceduto”.

“Il nostro movimento – conclude Giuri –  è sempre stato al fianco dei nostri fucilieri sin dai primi giorni dell’ingiusta detenzione e abbiamo ritenuto opportuno farlo anche a Pasqua, l’ennesima festività che trascorreranno lontani dalle loro famiglie. Fin quando non saranno liberi e saranno rientrati in Italia da innocenti faremo sentire la nostra voce”.

About redazione

Guarda anche

TASSA SPAZZATURA, NUOVA BATOSTA TARGATA MELLONE

Il sindaco conferma l’aumento della Tari introdotto un anno fa (14,5%). Nessun “occhio di riguardo” …