venerdì , 30 Ottobre 2020

Asilo nido di via Marinai d'Italia: finalmente in dirittura di arrivo!

La battaglia per l’asilo nido, portata avanti dal sottoscritto, si può considerare vinta. Come ben ricorderanno i cittadini, si era rischiato di perdere i finanziamenti per il recupero di una così importante struttura per causa di vizi e criticità varie nella stesura del vecchio progetto.

La battaglia per l’asilo nido, portata avanti dal sottoscritto, si può considerare vinta. Come ben ricorderanno i cittadini, si era rischiato di perdere i finanziamenti per il recupero di una così importante struttura per causa di vizi e criticità varie nella stesura del vecchio progetto. Tali finanziamenti, incrementati di 100.000 euro, sono stati mantenuti dalla Regione a favore della struttura del nostro asilo nido. Dopo la stesura di un nuovo progetto e di un conseguentemente nuovo bando di gara, si può considerare concluso l’iter che ci mette in dirittura d’arrivo per tale importantissima struttura. La nuova gara è stata vinta da una ditta che sicuramente ha le caratteristiche per consegnare alla Città di Nardò, una struttura di eccellenza: la “De Nuzzo costruzioni”. Non sembri assolutamente voglia di apparire o narcisismo se rivendico tale successo all’impegno profuso dal sottoscritto e dal Consigliere Regionale Sergio Blasi. Insieme a lui, in questi ultimi due anni, con ostinazione e con assillo abbiamo seguito l’iter per i finanziamenti della struttura in questione, presso la Regione Puglia. Non posso non ringraziare la dott.ssa Petronella della Regione Puglia che ha profuso un notevole impegno per far salvi i finanziamenti a favore della nostra Comunità. Concludo, sottolinenando che il nostro Sindaco, Marcello Risi, mi ha sempre assecondato per questo mio impegno. Finalmente Nardò avrà una delle opere che merita come Comunità. Continuerò, come sempre, nel profondere un impegno concreto nell’interesse della nostra Città.

 

Giovanni Siciliano – Consigliere Provinciale

About redazione

Guarda anche

TASSA SPAZZATURA, NUOVA BATOSTA TARGATA MELLONE

Il sindaco conferma l’aumento della Tari introdotto un anno fa (14,5%). Nessun “occhio di riguardo” …