sabato , 31 Ottobre 2020

IX Cammino diocesano delle confraternite. “La confraternita: risorsa della Chiesa nel mondo di oggi”

Sarà  Racale ad ospitare quest’anno l’ormai tradizionale Cammino Diocesano delle Confraternite, giunto alla sua IX edizione. I due parroci della cittadina a sud della Diocesi, don Totò Tundo e don Salvatore Rizzello, coadiuvati dal diacono Luigi Nocita (direttore dell’Ufficio Confraternite Diocesano) già da tempo hanno iniziato la preparazione dei fedeli a questo importantissimo appuntamento.

 

Sarà  Racale ad ospitare quest’anno l’ormai tradizionale Cammino Diocesano delle Confraternite, giunto alla sua IX edizione. I due parroci della cittadina a sud della Diocesi, don Totò Tundo e don Salvatore Rizzello, coadiuvati dal diacono Luigi Nocita (direttore dell’Ufficio Confraternite Diocesano) già da tempo hanno iniziato la preparazione dei fedeli a questo importantissimo appuntamento.

 

La realtà delle Confraternite ha rappresentato per secoli un punto di forza del tessuto ecclesiale e sociale dei nostri centri urbani e tutt’ora rappresenta un baluardo di valori cristiani e civili di cui continuamente l’uomo è in ricerca.  Sono più di 50 le Confraternite della Diocesi di Nardò-Gallipoli (quasi tredicimila iscritti) e si riuniranno per riflettere su  “La confraternita: risorsa della Chiesa nel mondo di oggi”.

Le relazioni (introdotte dal Saluto ai convegnisti da parte del Sindaco Donato Metallo) che terranno venerdì 24 Mons. Vincenzo Viva (rettore del Collegio Urbano a Roma, copertinese, del clero della diocesi), “La confraternita e la parrocchia”,  e il dott. Eugenio Anguilla (commissario della federazione delle confraternite dell’arcidiocesi di Lecce), “La confraternita e il territorio”,  sono la garanzia di come le nostre confraternite sentano ancora la responsabilità  di essere incisive sul territorio. Il 25 aprile alle 9 è previsto il raduno di tutte le confraternite in piazza Addolorata, da qui il percorso che attraverserà la città fino a piazza San Sebastiano. Alle 11 la solenne Concelebrazione Eucaristica presieduta da mons. Filograna.

“Sarebbe un grandissimo errore –  afferma mons. Fernando Filograna –  considerare le confraternite una realtà in declino o destinata a tramontare. Le confraternite, specialmente nella nostra diocesi, rappresentano un tesoro, una riserva di umanità e tradizione capace di approcciarsi alle situazioni più varie che riguardano la vita quotidiana dei fedeli. Le confraternite rappresentano tutt’ora una grande occasione di evangelizzazione e di carità”.

Don Roberto Tarantino

Ufficio stampa diocesi di Nardò-Gallipoli

About redazione

Guarda anche

ISPETTORI AMBIENTALI, UN ANNO DI ATTIVITÀ

200 SERVIZI EFFETTUATI, TANTA SENSIBILIZZAZIONE E 15 MILA EURO DI SANZIONIAmbiente e rifiuti, ecco il …