giovedì , 22 Ottobre 2020

Ramelli. Mercoledì tutti a teatro per ricordare il ragazzo milanese

Mercoledì 29 aprile, in occasione del 40esimo anniversario dal tragico assassinio di Sergio Ramelli, Andare Oltre va in scena presso il teatro comunale di Nardó con il Discorso su Sergio “Chi ha paura dell’Uomo Nero” di Paolo Bussagli.

Mercoledì 29 aprile, in occasione del 40esimo anniversario dal tragico assassinio di Sergio Ramelli, Andare Oltre va in scena presso il teatro comunale di Nardó con il Discorso su Sergio “Chi ha paura dell’Uomo Nero” di Paolo Bussagli.

Dopo l’importante riconoscimento delle scorse ore con l’intitolazione di una via della nostra Città al giovane militante del Fronte della Gioventù milanese, un’altra iniziativa sarà messa in atto da Andare Oltre mercoledì a teatro col patrocinio del Comune di Nardò, proprio a 40 anni esatti dalla morte arrivata il 29 aprile 1975, dopo 47 giorni di coma dall’aggressione del 13 marzo di quell’anno. Il ragazzo fu aggredito barbaramente a colpi di chiave inglese (la famigerata Hazet 36) sotto la sua abitazione. Sul marciapiede rimase il ragazzo e pezzi di cervello, ovunque. Il cervello di un 18enne senza colpa alcuna.

Antonietta Martignano, Caterina Bianco, Graziano De Tuglie e Pasquale Alfieri metteranno in scena il discorso scritto dall’autore fiorentino, Paolo Bussagli, il quale non ha peraltro fatto mancare al gruppo neretino la sua gratitudine e la condivisione per l’iniziativa.

“Ci sono stati anni in cui pensarla diversamente non era ammesso. Ci sono stati anni in cui la violenza politica era utilizzata da tanti e giustificata da troppi. Sergio per noi è un simbolo. Un militante dai lunghi capelli, finito nel vortice della violenza per caso, timido e perbene, residente in un quartiere popolare, proveniente da una famiglia povera, fu aggredito da militanti di Avanguardia Operaia che studiavano medicina ed erano figli dell’alta borghesia milanese. Un simbolo, appunto. In questi anni ci siamo battuti tanto per una via da dedicare al giovane Sergio. Dopo 8 anni l’abbiamo spuntata grazie alla costanza e all’impegno di tanti. Mercoledì porteremo in scena la sua storia grazie al paziente studio e al lavoro di 4 attivisti che come tanti portano Sergio nel cuore. E il suo ricordo sarà così finalmente imperituro. Anche se ancora non condiviso. Tanti, infatti, nelle scorse ore si sono lamentati col sindaco Risi per l’intitolazione di una via a Sergio sui social network. Ma questo ovviamente non fa notizia. Non deve fare notizia”.

 

L’incasso della serata, al netto delle spese per biglietteria e Siae, sarà devoluto in beneficenza alla Onlus “Non Voglio mica la Luna”.

 

Pippi Mellone

Consigliere comunale

About redazione

Guarda anche

TASSA SPAZZATURA, NUOVA BATOSTA TARGATA MELLONE

Il sindaco conferma l’aumento della Tari introdotto un anno fa (14,5%). Nessun “occhio di riguardo” …