giovedì , 1 Ottobre 2020

Piscina pubblica, non privata!

Da lunedì 11 maggio partirà l’iniziativa: “500 impianti sportivi di base”. Un progetto dedicato ad enti locali, associazioni, enti religiosi e società sportive che prevede mutui a tasso zero. Il progetto è nato dalla collaborazione tra Presidenza del Consiglio dei Ministri ed Ics.

Da lunedì 11 maggio partirà l’iniziativa: “500 impianti sportivi di base”. Un progetto dedicato ad enti locali, associazioni, enti religiosi e società sportive che prevede mutui a tasso zero. Il progetto è nato dalla collaborazione tra Presidenza del Consiglio dei Ministri ed Ics.

 

Sono previsti, appunto, 500 interventi, distribuiti a livello territoriale. I beneficiari potranno ottenere mutui a tasso zero fino a 150.000,00 euro per una durata di 15 anni (enti Locali) o di 10 anni (altri beneficiari). Per finanziare la parte di progetto eccedente la quota di 150.000,00 euro coperta dal mutuo a tasso zero si potrà ottenere un mutuo con un contributo negli interessi dell’1,20% per gli Enti Locali e dell’1,50% per gli altri soggetti beneficiari.

 

Un bando che sembra fatto apposta per il nostro Comune. E così davanti ad una Amministrazione, quale quella guidata dal sindaco Risi, che ha deciso con delibera di Giunta di “regalare” 400.000 euro (ma secondo alcuni conteggi sarebbero molti di più) di opere di urbanizzazione ai privati della Icos, in una zona non urbanizzata, noi rispondiamo illustrando un progetto alternativo praticamente a costo zero per le disastrate casse comunali che ci consentirebbe di avere soprattutto un impianto comunale e non privato!   Peccato che il sindaco nei suoi frequenti viaggi romani a spese dei cittadini neretini non ne abbia pare avuto notizia.

 

Davanti a centinaia di cittadini che hanno versato migliaia di euro di oneri di urbanizzazione e vivono nella più completa barbarie senza illuminazione pubblica, strade asfaltate, acqua, luce e fogna, non ci si può permettere di regalare centinaia di migliaia di euro a privati che edificheranno una struttura appunto privata! 

 

Senza dimenticare che la Soviva deve sempre edificare dal 1990 a sue spese 2 piscine a sue spese a Torre Inserraglio che sarebbero dovute divenire di proprietà dell’Ente dal 2015, dopo25 annidi gestione privata, e che in alternativa è depositata presso un istituto di credito una fideiussione di 800.000.000 di lire che il nostro Comune non ha mai riscosso.

 

Presenteremo formale OdG consiliare per chiedere all’Amministrazione di partecipare al suddetto bando ritirando la delibera di Giunta comunale che oltre che causare un danno all’ente sembra integrare gli estremi di un aiuto pubblico a privati vietato peraltro dalla normativa europea.

 

Graziano De Tuglie

Pippi Mellone

About redazione

Guarda anche

TASSA SPAZZATURA, NUOVA BATOSTA TARGATA MELLONE

Il sindaco conferma l’aumento della Tari introdotto un anno fa (14,5%). Nessun “occhio di riguardo” …