mercoledì , 28 Ottobre 2020

Sopralluogo su via Nino della Notte e via Arturo Santo

Con riferimento alla via Nino della Notte – Arturo Santo, percorso asfaltato di ottocento metri, luogo del tragico incidente del 25 agosto, nel quale hanno perso la vita due ragazzi di Varese, lo staff del sindaco di Nardò Marcello Risi riferisce che sul percorso risultano installati quindici segnali verticali (uno ogni sessanta metri) fra cui: due segnali di limite di velocità di 40 chilometri orari, un segnale di pericolo curve, un segnale di pericolo pali in banchina, un segnale indicatore di dossi artificiali, un segnale che anticipa lo STOP, il segnale di STOP e diversi segnali indicatori delle curve.

Con riferimento alla via Nino della Notte – Arturo Santo, percorso asfaltato di ottocento metri, luogo del tragico incidente del 25 agosto, nel quale hanno perso la vita due ragazzi di Varese, lo staff del sindaco di Nardò Marcello Risi riferisce che sul percorso risultano installati quindici segnali verticali (uno ogni sessanta metri) fra cui: due segnali di limite di velocità di 40 chilometri orari, un segnale di pericolo curve, un segnale di pericolo pali in banchina, un segnale indicatore di dossi artificiali, un segnale che anticipa lo STOP, il segnale di STOP e diversi segnali indicatori delle curve.

Sul tratto sono stati collocati anche perpendicolarmente all’asse stradale tre dossi artificiali: il primo dopo duecento metri, il secondo dopo quattrocento, il terzo fra il segnale che annuncia lo STOP e quello di STOP.

Sia la segnaletica orizzontale che quella verticale risultano collocate da diversi anni sul tratto stradale in questione.

About redazione

Guarda anche

ISPETTORI AMBIENTALI, UN ANNO DI ATTIVITÀ

200 SERVIZI EFFETTUATI, TANTA SENSIBILIZZAZIONE E 15 MILA EURO DI SANZIONIAmbiente e rifiuti, ecco il …