mercoledì , 21 Ottobre 2020

Bollette in aumento e basta assunzioni a pioggia

Tassa sulla spazzatura in aumento a Nardò.

Quando il sottoscritto parla lo fa carte alla mano. Cosi non è per gli accoliti del sindaco che sanno solo offendere ed insultare chi fa gli interessi dei cittadini e non quelli delle ditte (dalla spazzatura ai parcheggi passando per l’illuminazione votiva gli esempi non mancano). Ho decine di bollette di famiglie neretine in riferimento agli anni 2014 e 2015. E gli aumenti sono spaventosi.

 

Tassa sulla spazzatura in aumento a Nardò.

 

Quando il sottoscritto parla lo fa carte alla mano. Cosi non è per gli accoliti del sindaco che sanno solo offendere ed insultare chi fa gli interessi dei cittadini e non quelli delle ditte (dalla spazzatura ai parcheggi passando per l’illuminazione votiva gli esempi non mancano). Ho decine di bollette di famiglie neretine in riferimento agli anni 2014 e 2015. E gli aumenti sono spaventosi.

 

Giusto per fare due esempi: una famiglia è passata a pagare da 339 a 354 euro (+25 euro, + 7%); un’altra da 327 a 369 euro (+42 euro, +12%). Sono pronto a darle in visione al sindaco e ai suoi (queste e altre decine simili) che evidentemente vivono in un Palazzo d’avorio slegati ormai completamente dalla realtà.

I neretini sanno chi dice la verità e chi racconta menzogne e stavolta basterà loro confrontare le salate bollette.

E il sindaco, noto Pinocchio, parla di bugie, forse mentre si guarda allo specchio.

La raccolta differenziata, fonte di enormi ricchezze per le ditte, frutta nulla ai neretini che si ritrovano anzi in bolletta solo rincari. E i cittadini che si sono visti recapitare le bollette in queste ore lo sanno benissimo e delle chiacchiere del primo cittadino non sanno che farsene.

D’altronde per sostenere i tanti dipendenti e i numerosi neo assunti occorre prendere i soldi da qualche parte.

La prossima amministrazione (perché con questa non c’è speranza) rivedrà tutto ciò che riguarda i rifiuti.

Tra qualche mese i neretini saranno chiamati a votare.

Da una parte si troveranno tutta la coalizione del “Caro Bidone” e dall’altra una forza in grado di fare delle esigenze ecologiche una risorsa a vantaggio di tutti e non di pochi.

In questi mesi avvieremo una ricognizione per capire se a Nardò o altrove siano stati assunti da ditte legate all’amministrazione figli e parenti stretti degli amministratori comunali. E, inoltre, vigileremo per evitare che, in coincidenza delle elezioni, vi siano incrementi ingiustificati delle assunzioni.

 

Pippi Mellone

About redazione

Guarda anche

TASSA SPAZZATURA, NUOVA BATOSTA TARGATA MELLONE

Il sindaco conferma l’aumento della Tari introdotto un anno fa (14,5%). Nessun “occhio di riguardo” …