martedì , 27 Ottobre 2020

Se son rose fioriranno…e se son cachi?

Piscina coperta con annesso centro fitness. Nuovo Palazzetto dello Sport. Gestione della stadio comunale alla Nardò Calcio.

Piscina coperta con annesso centro fitness. Nuovo Palazzetto dello Sport. Gestione della stadio comunale alla Nardò Calcio.
All’indomani della fuoriuscita dell’assessore allo sport Flavio Maglio, l’amministrazione comunale sembra essersi scatenata ed il Sindaco, che ha deciso di avocare a sé la delega, sembrerebbe aver impresso una forte accelerata alla quanto mai carente impiantistica sportiva in città.
A questo punto sarebbe facile pensare che l’ex componente della giunta comunale Maglio sia stato il “responsabile” della mancata attuazione di quando, ad ogni modo, era inserito nel programma del candidato sindaco Marcello Risi.
Ma sarà vero? E’ possibile che la mancata realizzazione di tutti questi buoni propositi sia stata colpa dell’assessore in capo all’UDC? Eppure, da più parti, Maglio è sempre stato considerato uno degli assessori più attivi della giunta Risi.
Analizzando quanto sembrerebbe trapelare dagli ambienti di Palazzo Personé tutto quanto è stato descritto in precedenza, sarebbe di imminente realizzazione o, quanto meno, sarebbe pronto il via libera da parte del Comune con buona pace dei detrattori del sindaco e della sua amministrazione attuale.
E’ necessario ricordare, tuttavia, che un assessore viene nominato dal primo cittadino. Quindi la domanda da porsi è la seguente: se veramente Maglio fosse stato il “male” di questa amministrazione perché non si è proceduto per tempo alla sua sostituzione?
Risulta più probabile, invece, che il fatto che manchino pochi mesi alla fine del mandato abbia portato Marcello Risi ad accelerare, almeno a parole, l’iter per la realizzazione di quell’impiantistica sportiva che fu il fiore all’occhiello della sua campagna elettorale.
Come si faccia a realizzare tutto questo a sei mesi dalla fine del mandato dopo che per quattro anni e mezzo nulla sembrerebbe essersi mosso, resta un mistero tutto da decifrare.
Verrebbe spontaneo pensare che proprio la fine del mandato sia la “causa” di questa improvvisa accelerazione.
In un’intervista esclusiva a Carlo Durante, presidente dell’Andrea Pasca Nardò, pubblicata dal nostro portale qualche giorno addietro fu proprio lo stesso a smentire, in un certo qual modo, quanto dichiarato dal Primo Cittadino.
E’ il caso, dunque, di basarsi sui fatti. Dal momento che noi di Agorà non siamo servi di nessuno, non ci presteremo a questo “gioco”.
Quando e se ci saranno novità saremo i primi a rallegrarcene e darne notizia. A “condizionare” i lettori e l’opinione pubblica non ci teniamo affatto e questo “mestiere” lo lasciamo a chi lo conosce bene da anni.

About redazione

Guarda anche

Gravissimo incidente domestico

Un gravissimo incidente domestico si è verificato in questi minuti a Nardò, in via San …