venerdì , 4 Dicembre 2020

Paura in Comune: coltello in mano minaccia una dipendente

E’ finito agli arresti domiciliari Franco Lega, cinquantaquattrenne neritino, già noto alle forze dell’ordine per svariati precedenti.
L’umo attorno alle 18.30 di ieri si è presentato presso la sede dei servizi sociali del Comune di Nardò, pretendendo che l’assistente sociale che lo ha ricevuto, gli pagasse la bolletta dell’acqua.
Al rifiuto della donna, che avrebbe spiegato l’iter da seguire per ottenere un sussidio, l’uomo ha estratto un coltello ed ha iniziato a inveire contro la donna, minacciandola ripetutamente.

E’ finito agli arresti domiciliari Franco Lega, cinquantaquattrenne neritino, già noto alle forze dell’ordine per svariati precedenti.
L’umo attorno alle 18.30 di ieri si è presentato presso la sede dei servizi sociali del Comune di Nardò, pretendendo che l’assistente sociale che lo ha ricevuto, gli pagasse la bolletta dell’acqua.
Al rifiuto della donna, che avrebbe spiegato l’iter da seguire per ottenere un sussidio, l’uomo ha estratto un coltello ed ha iniziato a inveire contro la donna, minacciandola ripetutamente.
E’ stato l’intervento degli altri dipendenti ed il successivo arrivo dei Carabinieri della locale Stazione, a mettere fine ad una vicenda che si sarebbe potuta trasfrmare facilmente in qualcosa di serio.
L’uomo, come detto, è finito gli arresti domiciliari, su disposizione del pubblico ministero di turno presso la Procura della Repubblica di Lecce. Per lui l’accusa è di tentata estorsione e minacce aggaravate.

About redazione

Guarda anche

Gravissimo incidente domestico

Un gravissimo incidente domestico si è verificato in questi minuti a Nardò, in via San …