venerdì , 25 Settembre 2020

Sul "caso" Formoso interviene Siciliano

Ho appreso che il Sindaco ha rimosso da responsabile del procedimento per l’assegnazione delle concessioni demaniali, l’Ing. Piero Formoso per evidenti incompatibilità. Il sottoscritto è stato tra i primi a sollevare il dubbio sulla fattispecie. Meglio tardi che mai, l’adozione di qualsiasi provvedimento finalizzato a creare condizioni di trasparenza in tutti gli atti pubblici.

Ho appreso che il Sindaco ha rimosso da responsabile del procedimento per l’assegnazione delle concessioni demaniali, l’Ing. Piero Formoso per evidenti incompatibilità. Il sottoscritto è stato tra i primi a sollevare il dubbio sulla fattispecie. Meglio tardi che mai, l’adozione di qualsiasi provvedimento finalizzato a creare condizioni di trasparenza in tutti gli atti pubblici.
Colgo l’occasione per ricordare al Sindaco e a tutta l’Amministrazione Comunale che, probabilmente, da lunghi anni si continua ancora oggi a registrare mancanza di trasparenza su tanti altri argomenti di competenza dell’ufficio lavori pubblici, per alcuni casi, ancora oggi. Intendo riferirmi alle tante opere pubbliche che registrano l’affidamento della direzione dei lavori esterna all’ufficio appannaggio sempre dei soliti noti. (l’asilo nido di via marinai d’Italia, l’ex mercato coperto di via Pellettieri, vecchia Pretura). Per quanto concerne i lavori della vecchia Pretura, ritengo doveroso ricordare al Sindaco e all’Assessore ai lavori pubblici che tali lavori sarebbero dovuti essere ultimati, secondo contratto, oltre un anno e mezzo fa. Ciò non è avvenuto in quanto più di una è stata la variante in corso d’opera che ha determinato la lievitazione dei prezzi iniziali previsti dal bando e, conseguentemente, lo slittamento della consegna dei lavori. Presso la struttura della vecchia Pretura, ricordo a tutti, che dovrebbero essere trasferiti alcuni degli uffici dell’attuale palazzo di città. Sarebbe stato bellissimo poter vedere effettuato tale “spostamento” prima delle feste natalizie.
Intendo concludere ricordando un’altra grande criticità ed inefficienza rappresentata dai ritardi notevolissimi per il rifacimento del manto stradale della strada santa Maria al bagno – Galatone, nonostante le tre diffide pervenute dal competente ufficio provinciale.
Ed allora, Sindaco, anno nuovo, vita nuova. Il sottoscritto e tutta l’Associazione Città Nuova, apprezzano le tante credo ore che tu quotidianamente dedichi al ruolo di primo cittadino, ma riteniamo doverti pubblicamente invitare, per questi ultimi mesi di Amministrazione 2011-2016, ad essere maggiormente vigile e, se necessario, integerrimo giudice di criticità o anomalie che noi ed un po tutti i cittadini quotidianamente registriamo.

Giovanni Siciliano – Consigliere Provinciale

About redazione

Guarda anche

TASSA SPAZZATURA, NUOVA BATOSTA TARGATA MELLONE

Il sindaco conferma l’aumento della Tari introdotto un anno fa (14,5%). Nessun “occhio di riguardo” …