venerdì , 27 Novembre 2020

L'attività del Nucleo Guardie Zoofile A.E.O.P. di Nardò nel 2015

Le Guardie Zoofile AEOP sono attualmente Guardie Giurate Particolari con decreto Prefettizio con funzioni di Pubblici Ufficiali ed Agenti di Polizia Giudiziaria nei limiti delle competenze sulla tutela degli animali che da anni opera sul territorio Leccese, reprimendo reati di maltrattamento di animali e svolgendo azione sanzionatoria sugli illeciti amministrativi relativi alla errata detenzione degli animali d’affezione e da reddito, prevenzione e repressione dei reati e violazioni alle norme che tutelano il benessere di tutte le specie animali, ivi compreso l’attività zootecnica, la fauna selvatica sia autoctona che esotica e la tutela della fauna ittica.

Le Guardie Zoofile AEOP sono attualmente Guardie Giurate Particolari con decreto Prefettizio con funzioni di Pubblici Ufficiali ed Agenti di Polizia Giudiziaria nei limiti delle competenze sulla tutela degli animali che da anni opera sul territorio Leccese, reprimendo reati di maltrattamento di animali e svolgendo azione sanzionatoria sugli illeciti amministrativi relativi alla errata detenzione degli animali d’affezione e da reddito, prevenzione e repressione dei reati e violazioni alle norme che tutelano il benessere di tutte le specie animali, ivi compreso l’attività zootecnica, la fauna selvatica sia autoctona che esotica e la tutela della fauna ittica.  La competenza delle Guardie Zoofile è estesa a tutti i settori ove vi sia presenza di animali: commercio, allevamenti e trasporti, combattimenti fra animali, controllo dei circhi, caccia, pesca, ecc., senza tralasciare il controllo della normativa posta a tutela dell’ambiente in cui vivono. Le Guardie Zoofile AEOP hanno sempre collaborato con gli organi statali e grazie a questa attività coordinata fra Magistratura, Forestale, Polizia Municipale, ASL e Guardie Zoofile AEOP, si è riusciti ad identificare e denunciare i responsabili di atti di crudeltà verso gli animali al commercio clandestino, ecc. contribuendo in questo modo a salvare moltissimi animali dal loro infelice destino. L’attività delle Guardie Zoofile AEOP, che, come abbiamo detto, frequentemente coopera con i doveri delle Pubbliche Amministrazioni sanciti dalle Leggi e non riceve alcuna sovvenzione statale.

Relazione relativa all’anno 2015 del Nucleo Provinciale Guardie Zoofile A.E.O.P. di Nardò.

Il report si riferisce alla attività di prevenzione nonché di repressione dei reati penali e delle violazioni amministrative contestate per maltrattamento degli animali di competenza del Nucleo Provinciale di Nardò, che opera anche su Alessano (e paesi limitrofi) e Uggiano la Chiesa. Come noto, le attività di prevenzione sui maltrattamenti animali, di competenza specifica di questo Nucleo territoriale, sono tese al controllo delle varie situazioni che vengono attivate dagli Enti Locali convenzionati: Comune di Nardò, Galatone Alessano Uggiano la Chiesa e da privati cittadini, comportando con ciò una notevole mole di attività investigative e di accertamenti specifici su ogni singolo caso segnalato. E’ importante sottolineare che i risultati sotto indicati, sono dovuti alla peculiare formazione del personale che, anche se opera a titolo volontario e gratuito , dimostra un livello professionale altamente specializzato dovuto ai continui corsi di aggiornamento, ad un addestramento investigativo specialistico finalizzato ai reati contro gli animali, nonché l’istruzione sulla peculiarità delle normative, la pratica sulla specifica modulistica sia degli atti di polizia giudiziaria che di polizia amministrativa, i supporti informatici, i mezzi in dotazione ed in ultimo l’impegno di operare in squadra per il fine comune del benessere animale, riuscendo tuttavia a gestire gravi situazioni di rischio per l’incolumità personale, come meglio evidenziato nelle sotto indicate attività.

Per cui, nel corso dell’anno 2015 sono stati trattati da questi uffici circa 150 segnalazioni cheriguardavano presunti maltrattamentisu animali, di cui fortunatamente solo due si sono rivelati veritieri, e quindi si sono sviluppati in fascicoli di indagine di rilevanza penale che hanno portato al sequestro di cinque cani per maltrattamento, detenzione illegale di due tartarughe dalle guance rosse e di un Iguana che era sprovvisto del certificato CITES.

Nel 2015 sono state contestate n. 79 sanzioni amministrative per un importo di €. 5.532,78, nonché n. 105 controlli domiciliari a persone che detenevano animali, tali controlli hanno permesso di individuare 153 cani che erano sprovvisti di microchip, i proprietari sono stati tutti diffidati a mettersi in regola entro 15 gg. Pena una sanzione amministrativa di Euro 77,00.

Presso la Procura della Repubblica di Lecce sono state inoltrate n. 6 Notizie di Reato a carico di ignoti con sequestro di richiami sonori illegali per la caccia. Il Coordinatore del Nucleo Guardie Zoofile AEOP Antonio RUSSOringrazia vivamente il Comando Stazione dei Carabinieri di Porto Cesareo, il personale, della ASL Servizi di Igiene Urbana e Veterinaria di Nardò e Lecce, i Corpi di Polizia Municipale di Nardò e Galatone, che si sono prodigati in numerose forme di collaborazione e di sostegno al nostro personale.

About redazione

Guarda anche

ISPETTORI AMBIENTALI, UN ANNO DI ATTIVITÀ

200 SERVIZI EFFETTUATI, TANTA SENSIBILIZZAZIONE E 15 MILA EURO DI SANZIONIAmbiente e rifiuti, ecco il …