venerdì , 27 Novembre 2020

Rinviato a giudizio l'ing. Piero Formoso

Rifiuto ed omissioni di atti d’ufficio. E’ stato il gip Antonia Martalò, a seguito di una querela presentata da una società che aveva intenzione di realizzare uno stabilimento balneare nelle marine neritine, a decretare, con tale accusa, il rinvio a giudizio per l’ing. Piero Formoso.
Una vicenda, quella delle concessioni demaniali, fra le più assurde, che si trascina da anni e che è stata oggetto di un’infinità di ricorsi, da parte di peratori turistici, al Tribunale Amministrativo Regionale.

Rifiuto ed omissioni di atti d’ufficio. E’ stato il gip Antonia Martalò, a seguito di una querela presentata da una società che aveva intenzione di realizzare uno stabilimento balneare nelle marine neritine, a decretare, con tale accusa, il rinvio a giudizio per l’ing. Piero Formoso.
Una vicenda, quella delle concessioni demaniali, fra le più assurde, che si trascina da anni e che è stata oggetto di un’infinità di ricorsi, da parte di peratori turistici, al Tribunale Amministrativo Regionale.
Solo di recente, il dirigente del settore urbanistica Formoso, era stato sollevato dall’incarico di responsabile del procedimento per le concessioni demaniali per una dichiarata  incompatibilità per motivi di parentela.
Resta da capire il perché si sia atteso tanto prima di intervenire su di una vicenda che tanto è costata al Comune di Nardò e di conseguenza ai cittadini, non solo in termini di costi prettamente legali ma anche, e soprattutto, per gli evidenti ritardi accumulati in un settore, quello turistico, di importanza strategica per la nostra città.
Ora staremo a vedere cosa succederà a seguito di questo rinvio a giudizio e quali e quante ripercussinii ci saranno.

About redazione

Guarda anche

Gravissimo incidente domestico

Un gravissimo incidente domestico si è verificato in questi minuti a Nardò, in via San …