giovedì , 3 Dicembre 2020

Il prezzario delle opere pubbliche non è aggiornato e nessuna smentita viene dall’assessore ai lavori pubblici.

In Puglia il costo per realizzare un impianto fotovoltaico, secondo il Prezzario Regionale dei lavori pubblici, è superiore del 300% rispetto ai prezzi di mercato.

In Puglia il costo per realizzare un impianto fotovoltaico, secondo il Prezzario Regionale dei lavori pubblici, è superiore del 300% rispetto ai prezzi di mercato. Questo è gravissimo. Questo   quanto   emerso   a   seguito   di   una   interrogazione   presentata   dal Consigliere   penta stellato   Casili.   Il   prezziario   su   queste   voci   non   viene aggiornato da oltre 12 anni e ciò è da attribuirsi, secondo l’assessore ai lavori pubblici   Giovanni   Giannini   al   “…   depauperamento   del   personale   tecnico   in servizio presso le strutture regionali e provinciali.”Intanto lo  spreco di   risorse  economiche  e   fondi  pubblici  si è  perpetrato   nelcorso   degli   anni   e   senza   questa   nostra   interrogazione   sarebbe   continuata indisturbata su un settore dove le agroma*e si sono in*ltrate devastando interi paesaggi. Un primo obbiettivo, grazie al portavoce Cristian Casili, è stato raggiunto. Con  la  medesima  segnalazione la  Regione  Sicilia,  a  seguito  di  una  mozione redatta   dalle   Consigliere   del   M5S  Valentina   Palmeri   e   Angela   Foti,   con   il supporto   tecnico   del   CETRI   –   TIRES,  con   Decreto   dell’Assessorato   delle Infrastrutture   e   della   Mobilità   del   16/06/2014   ha   sospeso   il   capitolo   24.4“Impianti   fotovoltaici   per   la   produzione   di   energia   elettrica”,   del   Prezzario regionale in questione Chiederemo un  accurato  controllo  di tutte  le  gare  in cui  è stato  utilizzato  il capitolo   incriminato   e,   nei   casi   in   cui   dovessero   riscontrarsi   irregolarità   di procedere con la denuncia presso gli organi competenti.

Cristian Casili Consigliere alla Regione Puglia del MoVimento 5 Stelle

About redazione

Guarda anche

TASSA SPAZZATURA, NUOVA BATOSTA TARGATA MELLONE

Il sindaco conferma l’aumento della Tari introdotto un anno fa (14,5%). Nessun “occhio di riguardo” …