giovedì , 9 Luglio 2020

Incontro con Associazioni diversamente abili: Partirà un progetto pilota sul totale adeguamento di Piazza Mazzini

Grande partecipazione e coinvolgimento ha avuto l’incontro che si è tenuto questa mattina alle ore 11.15 presso le Officine Cantelmo, incontro al quale hanno preso parte associazioni, stampa e cittadini.

Grande partecipazione e coinvolgimento ha avuto l’incontro che si è tenuto questa mattina alle ore 11.15 presso le Officine Cantelmo, incontro al quale hanno preso parte associazioni, stampa e cittadini. Dopo una breve analisi dell’attuale situazione di Lecce, raccogliendo le testimonianza dei rappresentanti delle diverse associazioni presenti, portatori di disabilità essi stessi, all’unanimità è stata identificata Piazza Mazzini quale piazza intorno alla quale possa essere avviato un  progetto pilota per il totale adeguamento della stessa eliminando le barriere architettoniche. Di comune accordo,è stata identificata Piazza Mazzini per avviare la sperimentazione in quando punto nevralgico della vita cittadina.

Il progetto darà modo all’amministrazione di poter lanciare un vero e proprio piano di rivisitazione urbana che guardi con attenzione alle fasce più deboli e per la prima volta, usando come risorsa primaria la democrazia partecipata: ogni intervento infatti, sarà suggerito dalle associazioni stesse ed analizzato dell’ufficio tecnico dell’Assessorato ai Lavori Pubblici che avrà il compito di esprimersi e valutarne la fattibilità. Al prossimo incontro, su richiesta delle rappresentanze presenti oggi, saranno interessati anche l’Assessore Martini, l’assessore Monosi e l’assessore Pasqualini, perché possano prender parte ed adoperarsi allo stesso modo con i propri assessorati, per permettere la ottima riuscita dell’iniziativa.

 

Gaetano Messuti

Assessore ai lavori pubblici

Vice sindaco di lecce

Press&ComunicazioneNews

About redazione

Guarda anche

Strali su Facebook, comizi e insulti a giornalisti e opposizione. Ma il sindaco non smentisce i contenuti dell’indagine della Questura di Lecce

Doveva parlare di parentopoli e ci siamo ritrovati in un comizio. È la triste sintesi …