venerdì , 3 Luglio 2020

Solenne concelebrazione nella Cattedrale di Nardò per l’ordinazione di un nuovo sacerdote

La Cattedrale di Nardò si veste a festa per l’ordinazione presbiterale di un diacono. Giovedì, 28 gennaio 2016,  memoria di S. Tommaso D’Aquino, sacerdote e dottore della Chiesa, alle ore 17.00,  il Vescovo Fernando Filograna conferirà l’ordine del presbiterato a un giovane neritino, don Giuseppe Venneri, cresciuto nella parrocchia dell’Assunta, presso la Cattedrale.

La Cattedrale di Nardò si veste a festa per l’ordinazione presbiterale di un diacono. Giovedì, 28 gennaio 2016,  memoria di S. Tommaso D’Aquino, sacerdote e dottore della Chiesa, alle ore 17.00,  il Vescovo Fernando Filograna conferirà l’ordine del presbiterato a un giovane neritino, don Giuseppe Venneri, cresciuto nella parrocchia dell’Assunta, presso la Cattedrale. Alla solenne celebrazione, prenderanno parte numerosi sacerdoti della diocesi e gruppi di fedeli, tanti scouts, nonché il Rettore, alcuni educatori e padri spirituali del Pontificio Seminario Regionale di Molfetta. Don Giuseppe, poi, presiederà solennemente per la prima volta l’Eucaristia, Domenica 31 gennaio 2016, alle ore 18.00 presso la Basilica Cattedrale Maria SS. Assunta in Nardò.

 

Nota biografica di don Giuseppe VENNERI

Don Giuseppe nasce a Nardò il 23 agosto 1978 da Fernando e Ada, primo di tre fratelli. Dopo di lui, infatti, c’è Giorgio (1982) e Riccardo (1986). La sua vita cristiana inizia al fonte battesimale della Parrocchia di San Francesco d’Assisi in Nardò dove poi frequenta il catechismo e riceve i sacramenti della Comunione e della Cresima.

All’età di otto entra nel Gruppo Scout AGESCI Nardò 1 come Lupetto percorrendo tutto il percorso formativo dell’Associazione Scout Cattolica. All’età di 21 anni, riceve la Partenza e chiede di entrare nella Comunità Capi del suo Gruppo. Inizia l’iter formativo per conseguire il Brevetto di Capo che gli viene conferito nel febbraio 2006. Nell’Associazione è stato Capo Reparto, membro del Comitato della Zona Lecce Ionica. Per questo motivo continua il suo impegno nel Gruppo Scout e nella Parrocchia di Maria SS. Assunta in Nardò.

Dall’età dell’adolescenza si è impegnato nel mondo del volontariato, mettendosi in gioco in prima persona anche nel mondo della politica e della cultura. Ha svolto la professione di Agente di Commercio nel settore elettromedicale fino all’ottobre 2008, anno in cui entra, dopo un periodo di discernimento, nell’Anno Propedeutico del Pontificio Seminario Regionale Pugliese “Pio XI” di Molfetta. Nel Seminario Regionale continua il suo percorso formativo fino al 2015, frequentando contemporaneamente la Facoltà Teologica Pugliese dove consegue il Baccellierato nel 2015.

Ordinato Diacono il 30 aprile 2016 da Sua Ecc.za Rev.ma Mons. Fernando Filograna, attualmente è collaboratore Parrocchiale nella Parrocchia di Maria SS. Assunta in Nardò. In questi mesi di “tirocinio pastorale” si è accostato al mondo della “Missione”. Collaborando con il Centro Missionario Diocesano è diventato responsabile e coordinatore di un progetto di solidarietà con la diocesi di Gulu, in Uganda. Grazie alla sua testardaggine buona e al sostegno di famiglie e imprenditori di Nardò, in estate sono stati accolti nel nostro territorio bambini provenienti dall’Uganda e, durante le festività natalizie appena trascorse, si è recato con una delegazione della nostra diocesi, in Africa a continuare quanto iniziato in estate.

 

Soddisfatto il Vescovo Fernando: “Invito tutta la nostra Chiesa di Nardò-Gallipoli ad accompagnare con la preghiera quanti nei prossimi mesi saranno ordinati presbiteri ad iniziare da don Giuseppe, il quale ci mette dinanzi alla consapevolezza che ogni storia è unica e non c’è esperienza che il Signore non possa visitare con la dolce forza della sua Chiamata ad una speciale consacrazione nella Chiesa. Le vocazioni sono sempre un dono di Dio e una ricchezza per l’Umanità, ma occorre alimentarle con la preghiera, affinché portino anche frutto di santità. E’, infatti, la santità di vita dei sacerdoti che la nostra gente si attende con pieno diritto. Una santità in se stessa dinamica e missionaria, forte e misericordiosa”   

 

 

         Don Roberto Tarantino,

ufficio stampa

About redazione

Guarda anche

SALENTOINBUS, PER LA PRIMA VOLTA IL SERVIZIO PASSA DAL CENTRO DI NARDÒ

ER LA PRIMA VOLTA SALENTOINBUS PASSA DAL CENTRO DI NARDÒLa nuova linea 111 avrà 16 …