lunedì , 26 Ottobre 2020

Sciabolata sui costi di spedizione. Il comune di Nardò risparmia

L’amministrazione comunale di Nardò ha centrato un altro bel risparmio di spesa, tagliando di oltre il 50% le spese di spedizione relative alle cartelle Tari 2016.

L’amministrazione comunale di Nardò ha centrato un altro bel risparmio di spesa, tagliando di oltre il 50% le spese di spedizione relative alle cartelle Tari 2016.

“L’operazione di Revisione della Spesa sta procedendo a passi spediti. Abbiamo ottenuto un ottimo risultato – ha spiegato Pippi Mellone, sindaco della città – che va nella direzione intrapresa dal primo giorno del mio mandato. Abbiamo in mente di applicare economie di scala, valorizzare i dipendenti, e scovare ogni sacca di spreco”.

Con quest’azione l’amministrazione comunale ha risparmiato oltre 17000 euro di spese di spedizione, semplicemente adottando alcuni piccoli ed efficaci accorgimenti, come il formato/peso della carta da utilizzare. Nel 2015 il costo di spedizione per 18.798 plichi della Tari 2015 fu di 32.901,50; oggi il materiale da spedire è aumentato per numero ma la spesa è scesa: il comune di Nardò, con l’amministrazione Mellone, sta spedendo 19.177 avvisi spendendo 16.307,65.

Un risparmio per plico spedito superiore al 50%.

About redazione

Guarda anche

TASSA SPAZZATURA, NUOVA BATOSTA TARGATA MELLONE

Il sindaco conferma l’aumento della Tari introdotto un anno fa (14,5%). Nessun “occhio di riguardo” …