giovedì , 22 Ottobre 2020

L'incredibile vicenda dei volontari ANT

Si sa, il centro storico neritino, nonostante la presenza del dissuasore e della zona a traffico limitato, è un continuo via vai di auto e moto che, non curanti dei divieti, accedono alla città vecchia parcheggiando le vetture di fronte ai monumenti.

Si sa, il centro storico neritino, nonostante la presenza del dissuasore e della zona a traffico limitato, è un continuo via vai di auto e moto che, non curanti dei divieti, accedono alla città vecchia parcheggiando le vetture di fronte ai monumenti.
Pochi i controlli, azzerati quasi completamente durante le ore serali e notturne. In quest’ottica appare ancora più incredibile la vicenda che vedrebbe protagonisti i volontari dell’associazione ANT di Nardò.
Come è dato sapere l’associazione ha in dotazione una vettura, una Fiat Panda, che viene usata dai medici ed infermieri volontari per recarsi presso le abitazioni dei malati per portare loro cure e supporto psicologico. Questa associazione esiste, appunto, grazie al supporto di tanti volantari che “usano” il proprio tempo a servizio dei malati e dei loro familiari.
Tempo addietro l’associazione, attraverso la responsabile Luciana Fracella, ha chiesto alla Polizia Municipale di Nardò il pass per poter accedere, in caso di necessità, nel centro storico neritino.
Tale pass non è stato concesso e così volontari, medici ed infermieri sono costretti se devono assistere un malato che abita nella città vecchia a mettere in spalla tutto il materiale medico occorrente per prestare le cure ed andare a piedi.
Una vicenda che ha dell’assurdo soprattutto in una città dove, appunto, i divieti vengono spesso elusi ed i controlli sono sporadici anche per la carenza di personale a disposizione.
Se non per “Legge” almeno per bontà d’animo sarebbe il caso di concedere questo benedetto pass, o telecomando che dir si voglia, ai volontari Ant per permettere loro di prestare servizio in tranquillità e senza dover ogni volta andare a piedi  o rischiare di vedersi elevato qualche verbale. E’ una questione di buon senso.

About redazione

Guarda anche

Gravissimo incidente domestico

Un gravissimo incidente domestico si è verificato in questi minuti a Nardò, in via San …