mercoledì , 21 Ottobre 2020

Risi respinge al mittente le accuse mosse dal primo cittadino

Leggo una delirante e diffamatoria nota con la quale l’avv. Giuseppe Mellone, sindaco della Città di Nardò, probabilmente allo scopo di nascondere grossolani errori suoi o di suoi collaboratori, mi accusa, sapendo di dire il falso, di essermi sottratto volutamente alla notificazione dell’avviso di riunione del consiglio comunale. L’ingiusta accusa è rivolta anche ad altri consiglieri di minoranza. 
Si tratta della riunione annullata poiché l’avv. Mellone ha effettuato la convocazione violando il regolamento.


L’avv. Giuseppe Mellone ha veramente oltrepassato ogni limite.
Dal 21 luglio, rientrato da Roma dove mi ero recato per impegni di lavoro, eccettuate alcune ore in tribunale, ho sempre trascorso quasi per intero le mie giornate presso il mio studio professionale per almeno dodici ore al giorno (dalle 8 alle 20).
Ho ricevuto diverse di clienti e ho risposto a centinaia di telefonate. Tutti coloro che mi hanno cercato hanno avuto la possibilità di incontrarmi o, comunque, di confrontarsi con chi collabora con me. Naturalmente, ho avuto anche regolari contatti con i messi del comune (sempre nel mio ufficio). 
Alimentare la falsa notizia che mi sia nascosto ai “messi” del comune per far saltare una riunione del consiglio comunale è una indecente falsità degna di chi l’ha inventata. 
Il livello delle istituzioni, a causa delle incredibili condotte dell’avv. Giuseppe Mellone, sprofonda sempre più in basso.
Le falsissime accuse che mi vengono rivolte, allo scopo di diffamare e denigrare ingiustamente la mia persona, mi impongono di dare mandato ai miei legali di fiducia per agire nei confronti dell’avv. Giuseppe Mellone per il risarcimento di tutti i danni che le sue dichiarazioni e i suoi post sui social provocano alla mia reputazione personale, professionale e politica. 
Sono spiaciuto che alcuni organi di informazione abbiano ripreso i passi diffamatori della nota dell’avv. Mellone assai incautamente, senza effettuare le dovute semplicissime verifiche. 
Marcello Risi

About redazione

Guarda anche

TASSA SPAZZATURA, NUOVA BATOSTA TARGATA MELLONE

Il sindaco conferma l’aumento della Tari introdotto un anno fa (14,5%). Nessun “occhio di riguardo” …