lunedì , 6 Luglio 2020

CHI E' MARCELLO RISI? IL CEMENTIFICATORE O L'AMBIENTALISTA?

Auguriamo al sindaco Mellone e alla Giunta di avere, nel corso di questi cinque anni, interlocutori in Consiglio comunale più credibili di Marcello Risi. Serve serietà anche nel fare opposizione, naturalmente.

A meno che il Marcello Risi che si scaglia contro la Regione Puglia per il progetto del resort alla Sarparea e chiede all’amministrazione comunale una incisiva azione di verifica, non sia lo stesso Marcello Risi che meno di due anni fa si esprimeva sul progetto in termini di “investimento irrinunciabile”. Anzi, su un progetto più impattante di quello che pare sia diventato poi e su cui la Regione ha dato il parere favorevole di compatibilità paesaggistica. A settembre 2014 Risi diceva che i neretini sono con lui, che “imprenditori, artigiani del settore edile, ristoratori, operatori del settore balneare e turistico, ci sperano molto” e si mostrava “rammaricato” quando gli investitori decisero di rinunciare per la farraginosità della burocrazia. Pensieri e convinzioni che i quotidiani dell’epoca documentarono puntualmente. Chi è Marcello Risi? Quello di due anni fa o quello odierno, profondamente dubbioso sul fatto che un resort alla Sarparea sia in linea con la vocazione turistica della nostra città? È cambiata la città o è cambiato lui, da cementificatore senza pietà a orgoglioso ambientalista? Risi, uno, nessuno centomila.

La politica è anche un gioco delle parti. Può starci. Ma non deve diventare il palcoscenico di una commedia. I neretini non hanno l’anello al naso. I neretini hanno memoria. I neretini chiedono credibilità, a chi governa e a chi sta all’opposizione. Tutti quanti, compresi i suoi compagni di partito e di minoranza, meritiamo di meglio di un personaggio di Pirandello.

Gianluca Fedele

Giulia Puglia

Consiglieri Comunali Andare Oltre

About redazione

Guarda anche

Strali su Facebook, comizi e insulti a giornalisti e opposizione. Ma il sindaco non smentisce i contenuti dell’indagine della Questura di Lecce

Doveva parlare di parentopoli e ci siamo ritrovati in un comizio. È la triste sintesi …