lunedì , 28 Settembre 2020

BLITZ E SEQUESTRI DELLA POLIZIA LOCALE SULLE SPIAGGE NERETINE

Operazione ombrelloni_Santa Maria al BagnoNon si è fatta attendere la risposta dell’amministrazione comunale al singolare fenomeno degli ombrelloni cosiddetti “segnaposto” sui lidi del territorio neretino, cioè degli ombrelloni e sedie a sdraio fissati in spiaggia nottetempo per assicurarsi lo spazio al sole la mattina seguente e battere sul tempo gli altri bagnanti in questi giorni di afflusso massiccio. La notte scorsa, infatti, la Polizia Locale di Nardò, con l’ausilio prezioso delle locali Guardie Zoofile e il coordinamento del comandante Cosimo Tarantino, hanno passato al setaccio le spiagge delle località marine neretine, provvedendo al sequestro di un ombrellone e due sedie a Santa Maria al Bagno, un ombrellone e una sedia in località Frascone, sei ombrelloni, un lettino, una sedia, un pallone e indumenti vari a Sant’Isidoro. Nessun rilievo è emerso invece sulla spiaggia di Santa Caterina.
La violazione contestata è quella dell’ordinanza balneare n. 192 del 4 maggio 2016 della Regione Puglia in relazione al Codice della Navigazione, che, com’è noto, vieta “qualsiasi occupazione abusiva incontrollata sul demanio marittimo oltre il tramonto del sole”. L’operazione era stata pianificata da giorni ed è stata realizzata la notte scorsa d’intesa con la Procura della Repubblica di Lecce. L’obiettivo è quello di porre fine al fenomeno e a ogni altra forma di sopruso e attentato alla legalità, soprattutto in questo particolare periodo dell’anno tipizzato da forte antropizzazione vacanziera. Le operazioni, sempre con il coordinamento con le altre forze e d’intesa con la Procura, continueranno nelle prossime settimane.
“Da convinto tutore dell’ambiente – spiega l’assessore all’Ambiente e alla Polizia Locale Graziano De Tuglie, che ha partecipato personalmente all’operazione – ho chiesto al comandante Tarantino diverse azioni di controllo su più fronti, tra cui quello relativo a questa cattiva abitudine dell’occupazione abusiva sulle spiagge. Avevamo pianificato l’intervento già da qualche giorno e naturalmente ci siamo mossi d’intesa con la Procura. Nonostante le difficoltà tipiche del momento vacanziero e le tantissime richieste di intervento che ogni giorno giungono alla centrale operativa del Comando di Polizia Locale, saranno poste in essere tutte le azioni necessarie per scongiurare atti che a vario titolo e forma insidiano l’ambiente e il nostro meraviglioso territorio. Ad esempio, nei giorni scorsi Polizia Locale e Guardie Zoofile sono intervenute con successo nell’osservazione e nell’identificazione di quattro persone intente nella insensata consuetudine di sgretolare gli scogli della baia di Porto Selvaggio per ricavarne una poltiglia dai sedicenti effetti benefici. Oltre alla denuncia penale, gli artefici rischiano grosso anche per la propria salute”.

About redazione

Guarda anche

POLIVALENTE, INIZIATI I LAVORI

IL POLIVALENTE DI VIA CUOCO VOLTA PAGINA, INIZIATI OGGI I LAVORIIntervento da quasi 400 mila …