martedì , 22 Settembre 2020

Noi non ci arrendiamo e voi? Fatevi sentire

Mentre i partiti neritini giocano a rimpiattino e, visto che si parla di condotta, cercano qualcuno su cui “scaricare”  eventuali colpe, Nardò sembra sempre più vicina a vedersi realizzata la condotta sottomarina.
Secondo quanto annunciato, a dir la verità con una “strana” enfasi, dal Segretario del Pd Rino Giuri, infatti, sarebbe imminente la nomina di un commissario ad acta, si fa il nome di Limongelli, che dovrebbe accuparsi della questione. Sempre secondo il responsabile del partito di Renzi al commissario non resterebbe altro da fare se non autorizzare il vecchio progetto, vale a dire quello che prevede che la condotta sia lunga un chilometro.
Come si ricorderà già all’indomani del consiglio comunale con il quale si sospendeva il protocollo d’intesa nella parte riguardante la realizzazione della condotta, dalle pagine di questo portale avevamo lanciato l’allarme circa il rischio del commissariamento.  Ora, stando alle parole di Giuri, mancherebbe solo l’ufficialità.
Se questa malaugurata ipotesi dovesse diventare ufficiale per Nardò si aprirebbe una stagione di sofferenza.
Secondo noi di Agorà News è arrivato il momento che i cittadini tornino ad occuparsi prepotentemente della questione condotta. Per questo chiediamo la collaborazione di chiunque abbia a cuore le sorti della nostra città. Uniamo le forze e facciamoci sentire prima che sia troppo tardi. A tal proposito, cari lettori, vi chiediamo di fornirci la vostra disponibilità per la programmazione di iniziative popolari che facciano capire che Nardò non si arrende.
La nostra mail redazioneagoranotizia@gmail.com è a vostra disposizione per le adesioni. Potrete aderire anche commentando e dando la vostra disponibilità. Insomma, fate come volete, ma fatevi sentire.
A noi non interessa di chi siano le colpe, quelle sarà eventualmente il tempo a stabilirle.
Noi non ci arrendiamo e voi?
Roberto De Pace

About redazione

Guarda anche

ISPETTORI AMBIENTALI, UN ANNO DI ATTIVITÀ

200 SERVIZI EFFETTUATI, TANTA SENSIBILIZZAZIONE E 15 MILA EURO DI SANZIONIAmbiente e rifiuti, ecco il …