giovedì , 3 Dicembre 2020

Bisogna tornare a partorire in casa. La Asl interviene, a modo suo, sul caso di Nardò

Siamo stati i primi a lanciare la notizia della donna di Nardò che aveva partorito all’interno dell’ambulatori della dottoressa Giovanna De Giorgio a Nardò.
A distanza di due giorni arriva la risposta da parte della ASL. E non è certo una risposta di poco conto. Secondo il direttore generale Silvana Melli, infatti, “oltre a porgere gli auguri alla neo mamma e al neonato questo tipo di situazioni mi induce a riflettere sul fatto che un evento naturale e senza complicazioni come il parto fisiologico troppo spesso venga sottoposto ad un’eccessiva medicalizzazione. E’ una risposta che di certo si è stratificata nel tempo, ma nel Nord Europa si sta tornando al parto domiciliare, riportandolo a ciò che è davvero: un evento naturale, che andrebbe maggiormente umanizzato a favore della partoriente e del nascituro”.
In pratica secondo la Melli si dovrebbe tornare a partorire in casa. Quindi, per tagliare la testa al toro, vale a dire per impedire che si possano verificare situazioni analoghe, occorrerebbe che fosse non più utilizzato l’ospedale per i parti ma le abitazioni.
Probabilmente questa posizione sarà dettata dalla linea regionale che continua a prevedere la chiusura dei reparti in numerosi ospedali.
Secondo Maurizio Scardia, invece, “Non c’è stato alcun ritardo da parte del 118: anzi, i tempi d’intervento sono stati rapidissimi. La chiamata è arrivata alle ore 10, 20 primi e 58 secondi, mentre l’ambulanza di Gallipoli è giunta sul posto alle 10, 32 minuti e 02 secondi: significa che in 11 minuti e 4 secondi è stato possibile rispondere all’emergenza e poi condurre in tutta sicurezza la partoriente all’Ospedale di Galatina”.
Peccato che, però, la dottoressa abbia parlato di una prima telefonata al 118 nella quale le veniva risposto che il mezzo di soccorso disponibile sarebbe dovuto partire da Casarano, a mezz’ora di strada da Nardò, ed alla quale telefonata Scardia non pare farne cenno.
In attesa di capire come siano andate effettivamente le cose, vi invitiamo a riflettere, soprattutto, sulle parole del neo direttore generale Silvana Melli.
Roberto De Pace

melli

About redazione

Guarda anche

Gravissimo incidente domestico

Un gravissimo incidente domestico si è verificato in questi minuti a Nardò, in via San …