lunedì , 28 Settembre 2020

LUPA LECCE A VALANGA SUL CISTERNINO. AL PALAVENTURA FINISCE 96-38

thumbnail_img_4142-1E sono tre. La Lupa Lecce ha chiuso agevolmente la pratica Giganti Cisternino confezionando un risultato esorbitante: 96-38 recita il punteggio sul tabellone luminoso del PalaVentura al termine della gara disputatasi ieri sera e valida per la terza giornata del Campionato Regionale di Serie D Maschile Girone B. Una prova di forza che ha permesso ai giallorossi di incastonare la terza vittoria di fila e di consolidare il primo posto della classifica a braccetto con il Santa Rita Taranto. Il successo pattuito sul parquet casalingo ha delineato le gerarchie del girone in virtù delle sconfitte di Calimera e Monopoli, uscite sconfitte rispettivamente contro Invicta Brindisi e S. Rita.

Primo quarto
Coach Bray mette in campo il quintetto formato da capitan Mocavero, Ferilli, Laudisa, Sirena e Longo a causa delle assenze forzate di Colella e Caloia. La squadra ospite guidata da coach Marzulli risponde con Argentieri, Fedele, Agrusta, Cofano e Zizzi.

Pronti via ed è già Ferilli show. Il numero 9 esce dai blocchi di partenza con un paio di azioni personali che riscaldano la platea. Cisternino risponde con i guizzi di Fedele, ma è Mocavero a spendersi tra difesa e attacco piazzando la prima tripla della gara, dopo aver messo a referto i primi due punti nel pitturato. Cisternino rimane aggrappata alla partita con la vivacità di Fedele e una bomba da tre di Agrusta, ma sono sempre i padroni di casa a fare la partita con la fisicità di Sirena e i centimetri di Mocavero con il primo quarto si conclude 16-9.

 Secondo quarto
Nel secondo periodo Passante e Assentato rilevano Longo e Ferilli e il canovaccio della gara è sempre a tinte giallorosse. I lupi azzannano la partita con i canestri dalla distanza di un crescente Laudisa e le spallate sotto canestro di Assentato. La partita prosegue con i locali in cerca del break taglia gambe e i cisterninesi che si affidano alle giocate del trio Agrusta-Fedele-Argentieri. Niente da fare però per gli uomini di Marzull: nei minuti finali del primo tempo Sirena scalda il polso e mette in fila due triple che tramortiscono gli avversari fino al -15 che significa 39-24 alla pausa lunga.

Terzo quarto
La Lupa prende il largo mettendo in chiara evidenza l’enorme gap tecnico e fisico con Cisternino. La gara diventa un tiro al bersaglio con Ferilli, Mocavero e Laudisa ripetutamente a referto dinanzi ad un pubblico in visibilio. La difesa cisterninese prova a fare gli straordinari, ma i padroni di casa continuano a incrementare il vantaggio portando il punteggio sul 68-28 al suono della terza sirena.

Quarto quarto
Partita in ghiaccio e Bray cambia le pile. Dentro i baby Zezza e Calia che si dimostrano subito in grande spolvero. L’ultima fase della gara permette al coach giallorosso di rodare i giovanissimi del roster buttando nella mischia anche Pinto. Sul piano della competitività la partita non regala più emozioni, ma le due squadre continuano ad onorare l’impegno sino alla fine con grande professionalità nonostante i giochi siano ormai fatti.  Nei giri d’orologio finali parte la saga del tiro da tre con Longo, Laudisa, Pinto e Zezza che gonfiano la retina fissando il punteggio sul 96-38.

Pall. Lupa Lecce 96 – Club Giganti Cisternino 38

Pall. Lupa Lecce: Pinto 5, Laudisa 13, Zezza 2 , Ferilli 15, Sirena 13, Assentato 10, Longo 12(1t), Mocavero (k) 20, Passante 2, Calia 4. All. Bray T.

Giganti Cisternino: Moro, Cofano 2, Fedele 9, Zizzi 4, Argentieri 12, Giacovazzo, Likaj, Suma 1, Sito, Agrusta 10. All. Marzulli B.

Parziali: (16-9, 23-15, 29-4, 28-10)

Arbitri: D’Elia A. di Grottaglie (TA) e Francesco De Carlo di Lequile (LE).

About redazione

Guarda anche

Il Nardò sfiora il colpaccio

Di Francesco De Pace I granata riescono con il miglior II tempo casalingo del campionato …