martedì , 27 Ottobre 2020

Caro Prefetto ti scrivo…e son dolori

Un Consigliere Comunale, Lorenzo Siciliano (PD), e la responsabile della sede di Nardò dell’Associazione Avvocatideiconsumatori, Moira Epifani, prendono carta, penna e calamaio e scrivono al Prefetto di Lecce.
Motivo del contendere: il mancato rispetto del Regolamento Comunale che prevede che le mozioni presentate per iscritto al Presidente del Consiglio Comunale devono essere iscritte all’ordine del giorno del primo Consiglio Comunale successivo alla presentazione.
Non sarebbe questo, in ogni caso, il primo “screzio” tra il consigliere comunale del Pd ed il Presidente del Consiglio Comunale Ettore Tollemeto.
Il 24 novembre scorso, infatti, un’interrogazione presentata dallo stesso consigliere venne eliminata arbitrariamente da Tollemeto durante il Question Time.
La mozione, che ora è al vaglio del Prefetto di Lecce, riguarda la proposta  di modifica della Delibera di C.C. n.90 del 18 novembre 2016 al fine di sovvertire la decisione di sopprimere  2 posteggi per la vendita di giochi pirici. Ciò, al fine di scongiurare la perdita dei posti di lavoro in questione e poi perché la delibera di C.C.. in questione sarebbe stata approvata sulla base di errate interpretazioni della legislatura in tema di giochi pirici, per le quali viene posta chiarezza dall’associazione dei consumatori.
La richiesta inviata al Prefetto, oltre a denunciare tale atteggiamento ostativo da parte del Presidente del Coniglio Comunale, è volta a chiedere che, tale punto, venga inserito all’interno del prossimo Comunale.
Una “guerra”, dunque, quella tra il consigliere Siciliano e Tollemeto che sembra appena iniziata e che, a giudicare dagli atteggiamenti di ”muro contro muro” dei due protagonisti, è destinare a durare a lungo.

Roberto De Pace

About redazione

Guarda anche

TASSA SPAZZATURA, NUOVA BATOSTA TARGATA MELLONE

Il sindaco conferma l’aumento della Tari introdotto un anno fa (14,5%). Nessun “occhio di riguardo” …