giovedì , 9 Luglio 2020

Incredibile a Nardò: il Pd perde la faccia e non solo

Clamoroso a Nardò: il Pd decide le regole, il Pd decide di cambiarle in corso d’opera sbugiardando, di fatto, le parole dello stesso Renzi che aveva più volte accusato di Grillo, vedi il caso di Genova, di comportarsi in maniera fintamente democratica.

Gli scrutatori dell’area Renzi ed Orlando hanno abbandonato le proprie postazioni: seggio chiuso e tutti a casa. Il motivo: l’indiscutibile e massiccia presenza di uomini e donne facenti capo al Sindaco Mellone che, da questa mattina, si sono riversati nel Chiostro di Ssnt’Antonio per esprimere la propria preferenza e che avrebbero decretato sicuramente la sconfitta pesante delle aree legate ad Orlando e Renzi.

Una vicenda che, siamo sicuri, porterà ancora una Nardò agli onori della cronaca nazionale. Eppure, come si diceva, le regole di queste primarie le ha scritte proprio il Partito Democratico che, a questo punto, diventa “democratico” solo di facciata, almeno in questa città.

Neppure alcune presunte irregolarità (il voto da parte di alcuni esponenti politici di altre coalizioni) può servire a giustificare questa incredibile decisione. Questa di oggi è sicuramente una sconfitta per l’intera città di Nardò e per quanti, pur professandosi democratici, nei fatti dimostrano di non esserlo.

Al momento il seggio risulta chiuso e presidiato dalle forze dell’ordine. A nessuno è consentito l’accesso. Cose da pazzi, cose da Nardò.

Roberto De Pace

About Roberto De Pace

Guarda anche

È venuto a mancare all’affetto dei suoi cari Antonio Romano.

Volto molto noto ed amato in città, ha gestito per anni la sua tabaccheria.Nel 1974, …