lunedì , 1 Marzo 2021

Prigionieri delle proprie abitazioni. **CON FOTO**

È stato attivo e funzionante per quasi tutto l’inverno appena trascorso e, ora che servirebbe come il pane, risulta mancante.

Stiamo parlando dell’impianto semaforico che si trova sulla S. Caterina – S. Maria al bagno, all’altezza del “pizzo dell’aspide”. Così, gli abitanti di via dei Glicini che devono uscire da quella via sono costretti a farsi il segno della croce e sperare che non succeda nulla dal momento che non esiste un minimo di visuale.

Si tratta, infatti, di un incrocio di una pericolosità estrema soprattutto nelle ore serali quando, in mancanza di controlli ed approfittando della minore presenza di persone, si tende a pigiare maggiormente sull’acceleratore. Sarebbe il caso di intervenire al più presto, possibilmente prima che si verifichi qualcosa di irreparabile.

Sempre nella stessa zona, così come in tutte le marine, esiste il “problema” dei contenitori per la spazzatura che, nonostante vengano svuotati spesso, fin dalle ore del mattino risultato già colmi e maleodoranti e, in alcuni casi, completamente rotti. La “strana”  abitudine, poi, di lasciare i sacchetti fuori dai contenitori rende lo spettacolo ancora più triste. Perché non attivare la differenziata anche nelle marine?

About Roberto De Pace

Guarda anche

Tutti contro uno!

Mentre il Sindaco Pippi Melllone ha già lanciato da tempo la propria campagna elettorale, schierando …