lunedì , 26 Ottobre 2020

Luci votive: cosa succede a chi ha già pagato?

Ieri mattina la seconda sezione del Tar Lecce, dopo aver ascoltato i legali delle parti interessate, ha respinto la richiesta di sospensiva dei provvedimenti con cui il Comune aveva stabilito di revocare alla ditta Borgia il servizio di illuminazione votiva cimiteriale, condividendo dunque le tesi del legale dell’amministrazione comunale. Una vittoria per Mellone ed i suoi che avevano più volte ribadito l’intenzione di “privarsi” dei servizi della ditta Borgia.

A questo punto, però, si pone un problema che riguarda chi ha già effettuato il pagamento annuale per le luci votive. È “tradizione”, infatti, versare il contributo a ridosso del 2 novembre. Motivo per cui potrebbero essere già molti ad aver provveduto. Come si dovranno comportare? Probabilmente, e questa non è certo una buona notizia, dovranno effettuare un doppio pagamento salvo poi chiedere il rimborso di quanto versato proprio alla ditta Borgia. Il Comune, infatti, ha atteso il pronunciamento del Tar ed ora renderà noti i metodi di pagamento del canone annuale. È chiaro che, pur avendo pagato il contributo ad “altri”, risulterebbe inadempiente chi non provvedesse a rinnovare le luci votive versando la quota, il cui importo è ancora da stabilire, direttamente nelle casse comunali.

 

About Roberto De Pace

Guarda anche

POLIVALENTE, INIZIATI I LAVORI

IL POLIVALENTE DI VIA CUOCO VOLTA PAGINA, INIZIATI OGGI I LAVORIIntervento da quasi 400 mila …