giovedì , 28 Gennaio 2021

Arrestati due minori: tutti i particolari

Chiuso nei bagni pubblici e costretto a masturbarsi mentre uno dei suoi aguzzini lo filmava. Non solo: derubato di un giubbotto e di un paio di scarpe che sarebbero state restituite solo previo il pagamento di una somma di denaro pari a 10 euro.

Vittima delle persecuzioni di due minorenni, J. S. del 2002 (difeso dagli avvocati Massimo Muci e Marcello Risi), e F. S. (2000), un minore di quindici anni. Tutti i fatti si sarebbero svolti nel centro storico neritino una quindicina di giorni addietro.

La vittima sarebbe stata avvicinata nei pressi della scuola che frequenta dai due giovani che l’avrebbero “invitata” a seguirli. Una volta giunti nei pressi dei bagni pubblici, però, sarebbero scattate una serie di angherie.

La vittima, come detto, sarebbe stata filmata mentre era costretto a masturbarsi ed a pronunciare frasi sconce. Non solo. Mentre uno dei due delinquenti era intento a sorvegliare l’entrata, l’altro avrebbe chiesto alla vittima di infilarsi un dito nell’ano, salvo poi rinunciarvi a seguito delle preghiere del giovane.

Una storia squallida, dunque, alla quale i carabinieri di Nardò sono riusciti a porre fine a seguito della denuncia dei genitori del giovane.

Per i due malviventi è scattato l’arresto. Le accuse, come scritto in precedenza, sono piuttosto pesanti.

About Roberto De Pace

Guarda anche

IDENTIFICATI I DUE AUTORI DEL “RITOCCO” ALLA SCULTURA DEL TORO

Saranno denunciati per danneggiamento. Intanto la città si attrezza con 38 nuove telecamere Sono stati …