venerdì , 4 Dicembre 2020

Abbronzati a sinistra

Questa sera, alle ore 20.30, presso il Caffè Teatro “Il Melograno”, nell’ambito della rassegna “A Franco sarebbe piaciuto” organizzata dalla libreria I Volatori di Angelo Lezzi, si terrà la presentazione del romanzo di Elio Paoloni “Abbronzati a sinistra” edito da Melville Edizioni. Dialoga con l’autore lo scrittore Livio Romano.

“Abbronzati a sinistra” sono i pellegrini del Cammino di Santiago: procedendo verso occidente hanno il sole quasi costantemente sulla sinistra. Un diario di viaggio ironico, a volte sarcastico, ma soprattutto percorso intimo, tra volontà di credere e impossibilità di abbandonarsi, epifanie sconvolgenti e subitanei ridimensionamenti. Una summa delle inquietudini spirituali moderne, a suo modo, che si discosta dai topoi del genere per l’atteggiamento del narratore, né stucchevolmente devoto né guerrescamente ateo. Perché, come egli osserva, “il Cammino è una vita condensata, un Bignami d’acciaio: ti ripropone in breve tutte le lezioni già impartite dalle quali non hai tratto beneficio. Te le imprime così velocemente, te le impartisce così fisiologicamente che proprio non puoi fare a meno di ‘capire’. Non col cervello ma con ogni fibra muscolare, con ogni organo. Col midollo. È una marchiatura: i sellos sono sul corpo, non solo sulla Credenziale”.

Elio Paoloni ha pubblicato Sostanze (Manni) e Piramidi (Sironi, riedito di recente in versione digitale da Laurana), “una discesa spericolata, a tratti irresistibile, nel mondo del multilevel marketing” (Filippo La Porta). E’ in libreria il suo ultimo romanzo, Abbronzati a sinistra, diario (intimo) di viaggio sul Camino di Santiago.
E’ presente nelle antologie Resistenza 60 (Fernandel), In fin di lira (Oèdipus), Salentu 2006 (Manni) e Dentro Fuori (Unicopli). Suoi racconti anche su Maltese, L’Immaginazione, Gazzetta del Mezzogiorno, Quaderni di didattica della scrittura (Carocci) .
Ha collaborato a Nuovi Argomenti, Il Domenicale, Tempi, Stilos, L’Immaginazione, Alceo, Fernandel, Via Po , Corriere della Sera (dorso Puglia), www.nazioneindiana.com, www.zibaldoni.it,  www.pordenonelegge.it, e scrive su italiaeilmondo.com.
Il suo blog è   https://eliopaoloni.jimdo.com/

Livio Romano è nato nel 1968 a Nardò dove vive. Insegna italiano agli stranieri. Ha esordito con tre racconti in Sporco al sole a cura di Michele Trecca, Gaetano Cappelli ed Enzo Verrengia (Besa Booksbrother, 1998) e con un racconto in Disertori (Einaudi), a cui sono seguiti i romanzi “Mistandivò” (Einaudi, 2001), “Porto di mare” (Sironi, 2002) e “Niente da ridere” (Marsilio, 2007), il saggio “Da dove vengono le storie” (Lindau, 2000) e il lungo reportage dalla Bosnia “Dove non suonano più i fucili” (Big sur, 2005). Nel 2011 ha pubblicato il romanzo “on the road” “Il mare perché corre” e nel 2012 “Diario elementare” , pamphlet satirico sulla scuola elementare adottato dall’Università di Aosta e da quella del Salento; entrambi presso l’editore Fernandel di Ravenna. Nell’ottobre 2016, edito ancora da Fernandel, è uscito “Per troppa luce” : “una commedia grottesca – secondo la definizione dello stesso autore – una parata di maschere umane tragiche, comiche, straniate e stranianti”, finalista al “Libro dell’anno 2017” della trasmissione radiofonica Fahrenheit (Radio Rai 3).

About Roberto De Pace

Guarda anche

POLIVALENTE, INIZIATI I LAVORI

IL POLIVALENTE DI VIA CUOCO VOLTA PAGINA, INIZIATI OGGI I LAVORIIntervento da quasi 400 mila …