venerdì , 3 Luglio 2020

SCUOLE CHIUSE MA IL COMUNE ASSUME AUTISTI DI SCUOLABUS

Sei consiglieri comunali di opposizione annunciano esposti a Procura di Lecce e Corte dei Conti. Nel mirino la decisione di Mellone di dotarsi di ulteriori conducenti di mezzi scolastici fino a giugno

Le scuole italiane sono chiuse ma il Comune di Nardò in piena emergenza sanitaria assume sette autisti di scuolabus. Sei consiglieri comunali di opposizione presentano un esposto a Procura di Lecce e Corte dei Conti. A rivolgersi alle aule di giustizia sono Carlo Falangone, Paolo Arturo Maccagnano, Giancarlo Marinaci, Roberto My, Daniele Piccione e Lorenzo Siciliano. «Tutto nasce – spiegano gli esponenti di minoranza – dalla singolare decisione messa nero su bianco lo scorso 7 aprile, quando con una determina firmata dal dirigente Gabriele Falco il Comune ha previsto per il bimestre 9 aprile-10 giugno di quest’anno l’assunzione tramite agenzia di lavoro interinale di cinque conducenti di scuolabus. Sembrava finita qui ma una settimana dopo, il 14 aprile, con un’altra determina stavolta a firma del dirigente Nicola D’Alessandro si è proceduto con l’assunzione di altri due autisti di scuolabus con temporanea destinazione a servizi di portierato. Si ignorano i motivi – dichiarano dall’opposizione – che spingono Palazzo Personè ad assumere conducenti di mezzi scolastici fermi in garage poiché tale servizio ad oggi è sospeso in tutta Italia per l’emergenza sanitaria in corso e le lezioni non riprenderanno di certo a breve. Leggiamo poi nell’ultima determina che tale scelta sarebbe dovuta all’attivazione urgente del servizio di portineria al fine di regolare l’accesso agli uffici comunali durante l’emergenza Covid-19. Ricapitolando: mentre le scuole sono chiuse da settimane e mentre in altri settori comunali i lavoratori sono stati licenziati, si assumono conducenti di scuolabus da “trasformare” in uscieri. Presenteremo – preannuncia la minoranza – un esposto alla Procura della Repubblica e uno alla Corte dei Conti. In questa vicenda, inoltre, coinvolgeremo la Commissione Controllo e Garanzia per ascoltare dirigenti e assessori al ramo circa le “discutibili” procedure adottate». Si schierano a sostegno di questo intervento le segreterie politiche cittadine di: Partito Democratico, Udc, Italia Viva, Città Nuova, Voce Popolare, Nardò Progressista, Nardò Liberal, Grande Nardò, Progetto Nardò, Antonio Antico e il gruppo politico R. My-A. Cavallo-R.Leuzzi.

I CONSIGLIERI COMUNALI

Carlo Falangone

Paolo Arturo Maccagnano 

Giancarlo Marinaci

Roberto My

Daniele Piccione

Lorenzo Siciliano

About redazione

Guarda anche

È venuto a mancare all’affetto dei suoi cari Antonio Romano.

Volto molto noto ed amato in città, ha gestito per anni la sua tabaccheria.Nel 1974, …